Pubblicato: giovedì, 29 agosto 2013

22 Ragioni del Perchè iniziare una Terza Guerra Mondiale in Oriente sarebbe una Pessima Idea

Condividi
Tags
PressTV – Mentre la maggior parte del paese è ossessionato da Miley Cyrus (e l’Italia dall’IMU e Letta, ndr), l’amministrazione Obama sta preparando un attacco militare contro la Siria, che ha il potenziale di partenza per la terza guerra mondiale. In realtà, sono stati segnalati attacchi missilistici da crociera che potrebbero cominciare “già da Giovedi“. L’amministrazione Obama sta promettendo che gli attacchi saranno “limitati“, ma cosa potrà succede quando saranno i siriani a ribellarsi?sr3

Cosa succederebbe se affondassero una nave da guerra degli Stati Uniti o se i loro agenti cominciassero a colpire gli obiettivi all’interno degli Stati Uniti? Allora, davvero avremmo tra le mani una vera e propria guerra. E cosa succederebbe se i siriani decidessero di vendicarsi colpendo Israele?

Se i missili siriani iniziano a piovere su Tel Aviv, Israele sarà estremamente tentato di appiattire assolutamente Damasco: e sono più che in grado di far proprio questo. E – naturalmente – Hezbollah e Iran non staranno a guardare nell’oblio di come il loro stretto alleato, la Siria, verrà conciata.

Siamo di fronte ad uno scenario in cui tutto il Medio Oriente potrebbe esser messo in fiamme e, questo, potrebbe esser solo l’inizio. Russia e Cina stanno ammonendo severamente il governo degli Stati Uniti a non coinvolgere la Siria e che – se iniziassero una guerra contro questa – farebbero una straordinaria quantità di danni alle relazioni con queste due superpotenze mondiali.

Questo, potrebbe esser l’inizio di una catena di eventi che in futuro porterebbe ad un massiccio conflitto globale con Russia e Cina da un lato e gli Stati Uniti dall’altro? Naturalmente non accadrà subito, ma temo che quello che sta accadendo ora stia creando le basi per alcuni eventi davvero orribili.

Ecco i 22 motivi per cui l'inizio di una Terza Guerra Mondiale in Medio Oriente sarebbe una pessima idea...

#1 – Il popolo americano è straordinariamente CONTRO all’entrata in guerra con la Siria

Gli americani si oppongono con forza all’intervento degli Stati Uniti nella guerra civile in Siria e credono Washington dovrebbe rimaner fuori dal conflitto, anche se i rapporti di un sondaggio Reuters/Ipsos, dice e conferma che il governo siriano abbia utilizzato sostanze chimiche letali per attaccare i civili;
Circa il 60% degli americani intervistati ha detto che gli Stati Uniti non dovrebbero intervenire nella guerra civile in Siria, mentre solo il 9% pensa (pensa?, ndr) che il presidente Barack Obama dovrebbe agire.

#2 A questo punto, una guerra in Siria, per il popolo americano sarebbe ancora più impopolare di quel che già il Congresso non sia .

#3 L’amministrazione Obama non ha ottenuto l’approvazione dal Congresso per entrare in guerra con la Siria, come richiede la Costituzione degli Stati Uniti.

#4 Gli Stati Uniti non hanno l’approvazione dalle Nazioni Unite per attaccare la Siria e non la sta ottenendo.

#5 La Siria ha detto che userà “tutti i mezzi disponibili” per difendersi se avessere attacchi da parte degli Stati Uniti. Questo includerebbe attacchi terroristici negli stessi Stati Uniti?

#6 Il ministro degli Esteri siriano Walid Muallem ha fatto la seguente dichiarazione il Martedì …

“Abbiamo due opzioni: o cedere, o difenderci con i mezzi a nostra disposizione. La seconda scelta è la migliore: ci difenderemo

#7 la Russia ha appena inviato in Siria i suoi più avanzati missili anti-nave. Cosa pensate accadrebbe se le immagini dell’affondamento delle navi da guerra degli Stati Uniti sarebbero mostrate sui vostri schermi televisivi?

#8 Quando gli Stati Uniti attaccheranno la Siria, ci saranno buone probabilità che la stessa Siria attacchi Israele. Basta verificare quel che un funzionario siriano ha detto di recente …

Un membro del consiglio nazionale siriano Baath, Halef al-Muftah – fino a poco tempo fa aiutante della propaganda siriana del ministro – lunedi, ha dichiarato che Damasco vede Israele come “responsabile dietro questa aggressione e, quindi, finirà nel mirino” se la Siria dovesse esser attaccata dagli Stati Uniti.

In un’intervista per la radio americana stazione Sawa, in arabo, il compagno di partito del presidente Bashar Assad ha dichiarato: “Abbiamo armi strategiche e siamo in grado di reagire. In sostanza, le armi strategiche sono volte a Israele“.

Al-Muftah ha sottolineato che le minacce degli USA non influenzeranno il regime siriano e ha aggiunto che “Se gli Stati Uniti o Israele sbagliassero attuando l’aggressione e sfruttando la questione chimica, la regione salirà in interminabili fiamme che colpiranno non solo la sicurezza della zona, ma l’intero MONDO. “

#9 Se la Siria attaccasse Israele, le conseguenze potrebbero essere assolutamente catastrofiche. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu promette che qualsiasi attacco sarà risposto “con forza” …

“Noi non siamo parte della guerra civile in Siria, ma se identificheremo un qualsiasi tentativo di attacco, noi vi risponderemo e vi risponderemo con forza

#10 Hezbollah probabilmente farà tutto il possibile per lottare per la sopravvivenza del regime di Assad (gli occhi di questo uomo non sono gli occhi di un “malvagio”, ndr). Questo potrebbe includere il colpire obiettivi all’interno di entrambi Stati Uniti e Israele.

#11 L’alleato più stretto dell’Iran è la Siria. Ritenete che l’Iran starebbe a guardare se il loro più stretto alleato fosse rimosso dalla scacchiera?

#12 L’avvio di una guerra con la Siria causerà danni significativi al nostro rapporto con la Russia. Martedì scorso, il vice primo ministro Dmitry Rogozin ha dichiarato che l’Occidente sta agendo come una “scimmia con una bomba a mano.”

#13 L’avvio di una guerra con la Siria causerà danni significativi al nostro rapporto con la Cina. E cosa accadrebbe se i cinesi decidessero di avviare il dumping della massiccia quantità di debito degli Stati Uniti che si stanno tenendo? I tassi di interesse sarebbero assolutamente alle stelle e ci si ritroverebbe rapidamente di fronte ad uno scenario da incubo.

#14 Il dottor Jerome Corsi e Walid Shoebat hanno stilato alcune prove sorprendenti ove furono realmente i ribelli siriani – quelli che gli Stati Uniti stanno sostenendo – i veri responsabili per l’attacco chimico che si sta utilizzando come giustificazione per entrare in guerra con la Siria

Con l’aiuto di ex membro dell’OLP e nativa arabo-speaker Walid Shoebat, WND ha assemblato evidenza da varie fonti mediorientali che mettono in amministrazione Obama sostiene il governo di Assad è responsabile per l’attacco della scorsa settimana.

#15 Come Pat Buchanan ha recentemente osservato, non avrebbe avuto assolutamente nessun senso – per il regime di Assad – usare armi chimiche contro donne e bambini indifesi. Le uniche persone che potrebbero trarre vantaggio da un simile attacco sarebbero i ribelli …

La questione fondamentale che ci si dovrebbe porre circa questo terribile attacco contro i civili – che sembra essere correlato al gas – è: Cui bono?

A beneficio di chi sarebbe andato l’uso di gas nervino su donne e bambini siriani? Non certo di Assad, come possiamo vedere dal furore e minacce contro di lui che l’uso del gas avrebbe prodotto.

L’unico beneficiario di questo uso apparente di gas asfissianti contro i civili nel territorio in mano ai ribelli, sembra essere proprio “i ribelli“, quelli che così a lungo hanno cercato di farci entrare e combattere la loro guerra.

#16 Se i sauditi volessero davvero rovesciare il regime di Assad, dovrebbero farlo loro stessi. Non devono certo aspettarsi che gli Stati Uniti facciano il lavoro sporco per loro.

#17 Un ex comandante del Comando Centrale degli Stati Uniti ha detto che un attacco degli Stati Uniti contro la Siria provocherebbe “una profonda guerra molto, molto grave“.

#18 Una guerra in Medio Oriente sarà un male per i mercati finanziari. Il Dow Jones oggi è sceso di circa 170 punti e la preoccupazione per la guerra con la Siria è stato il motivo principale.

#19 Una guerra in Medio Oriente, farà sì che il prezzo del petrolio salga. Martedì scorso, il prezzo del petrolio degli Stati Uniti è salito a circa 109 dollari al barile.

#20 Non c’è modo al mondo che il governo degli Stati Uniti dovrebbe appoggiare i ribelli siriani. Come ho discusso pochi giorni fa, i ribelli hanno promesso fedeltà ad al-Qaeda, hanno decapitato numerosi cristiani ed hanno massacrato interi villaggi cristiani. Se il governo degli Stati Uniti aiuta questi pazzi a prendere il potere in Siria, sarà un disastro completo e totale.

#21 Un sacco di civili innocenti all’interno della Siria finiranno per essere uccisi. Già un sacco di siriani esprimono preoccupazione per ciò che “l’intervento straniero” significherà per loro e le loro famiglie …

Sono sempre stato un sostenitore dell’intervento straniero, ma ora – come pare essere la realtà – mi sto preoccupando che la mia famiglia potrebbe esser ferita od uccisa”, ha detto una donna, Zaina, che si oppone Assad. “Ora ho paura di un attacco militare.”

La grande paura è che faranno gli stessi errori che han fatto in Libia ed Iraq“, ha detto Ziyad, un uomo di circa 50 anni. “Colpiranno gli obiettivi civili e poi si lamenteranno di averlo fatto per errore, ma noi verremo uccisi a migliaia.”

#22 Se il governo statunitense insiste per entrare in guerra con la Siria senza l’approvazione del popolo americano, il Congresso degli Stati Uniti o le Nazioni Unite, andremo a perdere un sacco di amici ed un sacco di credibilità in tutto il mondo. E’ veramente un giorno triste quando la Russia si presenta come “quelli buoni” ed a noi ci guardano come “quelli cattivi“.

Quale beneficio potrebbe venirne fuori nel farsi coinvolgere in Siria? Come ho scritto l’altro giorno, i “ribelli” che Obama sta sostenendo sono rabbiosamente anti-cristiani, rabbiosamente anti-Israele e rabbiosamente anti-occidentali. Se prendono il controllo della Siria, la nazione sarà molto più instabile e molto più di un focolaio di terrorismo di quanto non lo sia ora.

E il lato negativo di essere coinvolti in Siria è assolutamente enorme. Attaccando la Siria, gli Stati Uniti potrebbero provocare una guerra regionale per eruttare in Medio Oriente che – a sua volta – potrebbe portare alla Terza Guerra Mondiale.

Io non so voi, ma credo che iniziare una Terza Guerra Mondiale in Medio Oriente sia una pessima idea.

Speriamo che le teste più fredde prevalgano prima che le cose vadano totalmente fuori controllo.

Note su Autore

admin

-

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Please insert the signs in the image:

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Videos

Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: