Pubblicato: venerdì, 7 Dicembre 2012

Ricerca Storica sul Nuovo Ordine Mondiale. Una Cosa è Chiara: C’è Qualcosa di Profondamente Sbagliato

Condividi

“E scorgere alla sera una marea di dubbi, quelli che di prima mattina non appaiono. Questa è la parte che ci rovina e ci deruba. ” – ISAIA 17:14.

Decido di riportare la ricerca storica sul Nuovo Ordine Mondiale, nella speranza che questa piccola e grande mole di lavoro possa servire a qualcuno e che – quel qualcuno – possa finalmente aprire gli occhi su quel mondo che prima non conosceva o non voleva conoscere. Questa è storia, tenetelo bene a mente. – Patrizia

Cinque uomini governano il mondo. Nessuno di loro detiene cariche pubbliche, ma scelgono di rimanere in carica nelle nazioni. Questi cinque uomini sono il vertice della piramide del potere, l’Ordine Mondiale. Ci possiamo chiedere: perché mai dovrebbe esserci un Nuovo Ordine Mondiale? Non è sufficiente mantenere il potere assoluto in una sola nazione o in un gruppo di nazioni?

La risposta è NO. Questo a causa della natura dei viaggi internazionali, del commercio internazionale e della finanza internazionale. Il viaggio internazionale prevede che una persona possa viaggiare in pace da una nazione all’altra, senza essere disturbato. Eccetto nei casi di anarchia, rivoluzione o guerra, questo requisito – di solito – si ritiene possa essere soddisfatto. Il commercio internazionale richiede che commercianti di una nazione possano andare in un’altra nazione, trattare il loro business e tornare con le loro merci o con i loro profitti. Anche questo requisito si ritiene essere – di solito – soddisfatto. In caso contrario, la nazione offesa potrà esercitare la forza militare – come ha fatto la Gran Bretagna con le sue Guerre dell’Oppio.

E’ proprio il terzo requisito – la finanza internazionale – che mette in essere il Nuovo Ordine Mondiale. In passato, quando il commercio internazionale consisteva nel baratto, nel pagamento in oro o argento o nella pirateria, il sequestro forzato dei beni non era necessario da parte di un arbitro mondiale per determinarne il valore. Con lo sviluppo della carta moneta, azioni, obbligazioni, accettazioni ed altri strumenti negoziabili, fu resa necessaria una potenza in grado di esercitare la sua influenza in una qualsiasi parte del mondo. Questo per dichiarare che un pezzo di carta potesse rappresentare un miliardo di euro di ricchezza reale o – anche – un solo euro (o altra valuta) di ricchezza reale.

Il Perchè della Nascita di un Nuovo Ordine Mondiale

Una cifra digitata su un computer lampeggia da Londra a New York e conferma che qualcuno dovrà dare cinque miliardi a qualcun altro. Senza un reale supporto del potere, tale somma non si potrebbe mai recuperare, a prescindere dalla fattualità o dalla moralità del debito. Come qualunque mafioso potrebbe dichiarare, non si recupereranno a meno che non si sia disposti a “rompere le gambe” a qualcuno. Il Nuovo Ordine Mondiale sarà sempre pronto a “rompere le gambe” e ne hanno spezzate a milioni.

Cosa sarebbe accaduto ai primi coloni in America, se fossero andati dagli indiani ed avessero detto: “Dateci le vostre merci e gli atti delle vostre case e terre. In cambio, vi daremo questo bellissimo pezzo stampato carta“. Gli indiani gli avrebbero attaccati! Se i coloni fossero arrivati con un esercito guidato da un Pizaro o Cortez, avrebbero preso le terre senza nemmeno quel pezzo di carta.

Ma a questo, ci pensò Cristoforo Colombo nel 1492: sterminò le popolazioni autoctone americane per la costruzione dell’America; non la scoprì, come vogliono far credere a questo ed altro sui libri di scuola, dettati dai novatori razionalisti.

L’Ordine Mondiale regola con i suoi pezzi di carta, ma dietro ogni pezzo di carta c’è una forza che potrà essere impiegata in qualsiasi parte del mondo. Questa forza potrebbe esser travestita da vari sotterfugi come gli accordi internazionali, le associazioni od altro genere di camuffamento: ma, la sua base, rimane sempre la forza.

Le regole del Nuovo Ordine Mondiale adottano una semplice tecnica: “Dividi e domina” (Divide et impera). Ogni divisione naturale od innaturale tra le persone, ogni occasione d’odio o di avidità, viene sfruttata ed esacerbata al limite.

La polarizzazione dei gruppi razziali ed etnici in Europa o negli Stati Uniti è stata accelerata da un diluvio di decreti governativi – originata dagli “studi” di fondazione – che sono stati progettati esclusivamente per impostare l’europeo contro l’europeo. Solo in questo modo il Nuovo Ordine Mondiale potrà mantenere la sua morsa di ferro sulla vita quotidiana della gente. Questo Ordine Mondiale governa anche sul principio di “1984” (G.Orwell) – non sarà permesso a nessuno di raggrupparsi con le altre persone, tranne quando sia presente un rappresentante del Nuovo Ordine Mondiale. Semmai si volesse organizzare un incontro di appassionati di un Club, l’Ordine invierà qualcuno a presenziare in silenzio, evitando di prendere posizioni considerate pericolose ed offrendo il pagamento dell’affitto del luogo d’incontro o della stampa. Nei gruppi più radicali, il rappresentante dell’Ordine sarà il primo a suggerire la distruzione di un edificio, dell’assassinare un funzionario o altre azioni violente.

Il terrorismo internazionale del Partito Comunista, trasse origine da un piccolo club di operai tedeschi e francesi a Parigi. Dedito a letture e discussioni segrete, fino al giungere di Karl Marx. Più avanti, si convertì in un gruppo rivoluzionario.

Questo esempio vuol spiegare la determinazione dell’Ordine a non consentire la nascita di alcun gruppo – per quanto possa essere insignificante – senza che questo rimanga privo di controllo. Ne troviamo degli esempi lampanti proprio in questo periodo, dove – al comando dei neonati movimenti – troviamo una sorta di Fake Persuaders che si possono individuare nelle vesti di industriali, comici, speakers radiofonici e quant’altro.

Il Nuovo Mondo Mondiale ha adottatola  dialettica hegeliana, quella del materialismo, la quale considera il Mondo come Potenza ed il Mondo come Realtà. Nega nel modo più assoluto tutte le altre forme di potere e tutte le altre realtà. Funziona sul principio di tesi, antitesi e sintesi, le quali si otterranno quando tesi ed antitesi si scontreranno l’un l’altra per un esito predeterminato.

Così, l’Ordine Mondiale organizza e finanza i gruppi ebraici e – di conseguenza – finanzia anche gruppi anti-ebraici. Organizza gruppi comunisti e – quindi – organizza e finanzia gruppi anti-comunisti. Per l’Ordine, non sarà necessario mettere questi gruppi uno contro l’altro: si cercheranno e proveranno a distruggersi a vicenda. Controllando dimensioni e risorse di ogni gruppo, l’Ordine Mondiale potrà sempre predeterminarne il risultato.

In questa tecnica, i membri del Nuovo Ordine Mondiale vengono spesso identificati da un lato o dall’altro. John Foster Dulles dispose i finanziamenti per Hitler, ma non fu mai un nazista. David Rockefeller potrà essere applaudito a Mosca, ma non è un comunista. Tuttavia, l’Ordine si tiene dal lato vincente.

Tratti distintivi del Nuovo Ordine Mondiale

Un tratto distintivo di un membro del Nuovo Ordine Mondiale – anche se non ammesso – è che questi non creda a nulla che non sia il Nuovo Ordine Mondiale. Un altro tratto distintivo è il suo assoluto disprezzo verso tutti coloro che credono effettivamente nei principi del comunismo, del sionismo, del cristianesimo o in un qualsiasi gruppo religioso o solidale, benchè l’Ordine abbia posizionati i suoi membri nel controllo di tutti questi gruppi. Se sarete cristiani, sionisti o Musulmani sinceri, il Nuovo Ordine Mondiale vi considererà dei deficienti indegni di rispetto. Vi potranno utilizzare e sfruttare, ma non sarete mai rispettati.

Ci son voluti dei secoli di pazienti sforzi perciò che il Nuovo Ordine Mondiale abbia raggiunto il potere che oggi esercita. Le sue origini come forza internazionale, nascono sin dai tempi dei mercanti di schiavi Fenici, continuano attraverso le famiglie Phanariot dell’Impero bizantino, continuando con i commercianti veneziani e genovesi ed i banchieri del Medio Evo che si trasferirono in Spagna e in Portogallo e più tardi in Inghilterra e Scozia. Dal XIV° secolo, iniziavano a controllare i proprietari terrieri scozzesi. La famiglia imperiale dell’impero bizantino, la Paleologues (che significa ‘la Parola ‘) fu attaccata dalla fazione gnostica, la cui filosofia materialistica aristotelica era il precursore della dialettica hegeliana e del marxismo.

La Paleologues veniva devotamente creduta nella fede cristiana, come espresso dal rito ortodosso. Gli eserciti materialistici veneziani e genovesi – con l’ausilio dei turchi “infedeli” – saccheggiarono e conquistarono Costantinopoli, la leggendaria “Città di Dio“. I superstiti bizantini ricrearono la loro cultura in Russia, con Mosca come la “Terza Roma“.

Il piano per distruggere la Chiesa ortodossa ed il suo leader della Romanov (la nuova Roma), era l’obiettivo nascosto della prima guerra mondiale. I vincitori se ne andarono con un miliardo di dollari presi della fortuna Romanov, dopo aver sconfitto il loro odiato nemico: la Chiesa ortodossa.

Durante il Medioevo, i centri di potere europei si fusero in due campi: i ghibellini, quelli che sostennero l’imperatore della famiglia Hohenstaufen (un adattamento italiano del Weinblingen, il nome dell’immobiliare Hohenstaufen) ed i guelfi – da Welf – il principe tedesco che gareggiò con Federico per il controllo del Sacro Romano Impero. Il Papa – infine – si alleò con i guelfi contro i ghibellini, comportando così la loro vittoria.

Tutta la storia moderna nasce direttamente dalla lotta tra questi due poteri. I guelfi, chiamati anche Neri o guelfi neri o Nobiltà nera, erano nientemeno i Normanni, quelli che conquistarono l’Inghilterra nel XI° secolo; i Genovesi, che sostennero Robert Bruce nella conquista della Scozia e che supportarono Guglielmo d’Orange nella sua presa al trono d’Inghilterra. La vittoria di William ebbe come risultato la fondazione della Banca d’Inghilterra e della East India Company, le quali iniziarono a governare il mondo dal XVII° secolo.

Ogni colpo di stato, rivoluzione e guerre successive, erano centrate nelle battaglie dei Guelfi allo scopo di mantenere e migliorarne il potere, che oggi riconosciamo come Nuovo Ordine Mondiale.

Il potere dei guelfi è cresciuto attraverso il controllo dei servizi bancari e del commercio internazionale. E’ stato esteso attraverso i centri italiani a nord di Firenze ed in Lombardia, dove divennero dei grandi centri finanziari. Tutti i banchieri italiani – tra cui genovesi, veneziani e milanesi – furono indicati come essere “lombardi“. Lombardo, in tedesco, significa “deposito bancario“. I Longobardi erano banchieri del mondo medievale. La storia moderna inizia con il trasferimento delle loro operazioni a nord di Amburgo, Amsterdam e – infine – Londra.

Le Grandi Fortune

Le grandi fortune americane ebbero origine con la tratta degli schiavi dei guelfi alle colonie. Molti dei mercanti di schiavi raddoppiarono la pirateria. Trinity Church – che più avanti fu la parrocchia della JP Morgan – era originariamente conosciuta come “la chiesa dei pirati“. Il capitano William Kidd fornì il materiale per la sua costruzione nel 1697, dove gli fu riservato un banco. L’anno successivo fu arrestato ed impiccato in catene a Newgate. Nel 1711, un mercato di schiavi fu istituito a Wall Street vicino alla chiesa, dove funzionò per molti anni.

Oggi, due delle influenze più potenti al mondo sono: il commercio internazionale di droga – che ebbe inizio con la East India Co. – e lo spionaggio internazionale – che ebbe inizio con la Banca d’Inghilterra. Alla East India Co. – nel 1600 – fu concesso uno statuto nei giorni immediatamente successivi alla fine del regno della Regina Elisabetta. Nel 1622, sotto Giacomo I, divenne una società per azioni. Nel 1661, nel tentativo di conservare il suo trono, Carlo II concesse alla East India Co. il potere di fare la guerra. Dal 1700 al 1830, la East India Co. acquisirà il controllo di tutta l’India, strappando lo storico monopolio di oppio dal Gran Mogol. Periodicamente, la Corona cercava di mantenere il controllo sul mostro che aveva scatenato. Accordi di Stato (nazionale) Interregnum, XVI, n ° 97 (1649-51) dichiara,

“Considerando le diverse garanzie ottenute dalla East India Company per il trasporto di diverse grandi quantità di oro e argento, le somme vengono concesse ai diversi mercanti e ad altri fino a loro petizione e suggerimenti… “.

La supervisione del governo nel controllo dei movimenti internazionali di oro e argento, era un problema nazionale, in quanto Cicerone inveì contro questo nel Foro Romano. Sir Walter Raleigh – un patriota – si accorse delle macchinazioni degli operatori internazionali di denaro che stavano portando alla rovina molti inglesi e cercò di fermarli. Questi – a loro volta – cospirarono contro di lui e lo decapitarono. L’ Ordine arruola sempre “la legge” contro i suoi nemici.

La East India Co. ebbe origine come London Staplers: solo in seguito venne conosciuta come London Mercers Co., le corporazioni mercantili che tennero più di un monopolio sulle vie del commercio. Fu un’emanazione diretta da parte degli istituti commerciali bancari del nord Italia: Venezia e Genova. Le imprese collegate erano la tedesca Hansa e la Hanse dei Paesi Bassi, che aveva sede a Bruges. Fu anche alleata con la Levant Co. e l’anglo-moscovita Co. Sebastian Cabot, i cui discendenti furono molto presenti nel bancario americano e nell’intelligence, aumentando il capitale all’anglo-moscovita di Italia e Londra. La società operava a nord, sulle rotte commerciali via terra dal Baltico verso l’India e la Cina.

Altre imprese collegate furono la London Company, registrata nel 1606 per stabilire la Virginian Plantation su un base comunista e la Plymouth Company, i cui discendenti controllavano il mondo degli affari del New England.

Le city banks che dominano la finanza e la politica americana (nome in codice per le banche della “City“, il quartiere finanziario di Londra), discendono direttamente dalle operazioni della East India e della Banca d’Inghilterra.

L’impero Rockefeller è il rampollo più importante di tutta questa dinastia.

Il Controllo su Finanza e Politica

Per facilitar loro il controllo di finanza e politica, i guelfi perpetuarono una serie di sette derivanti dai manichei che – a loro volta – derivavano dai culti di Ira e Babilonia, dal culto Atys della zona caucasica e dal panteismo induista. Le loro propaggini centrano ed includono i bogomili dei Balcani, i pauliciani dell’Asia Minore, gli anabattisti, comunisti e antinomiani (i catari, gli albigesi della Francia meridionale, i patari del nord Italia ed i savoiardi inglesi). Queste fedi gnostiche si svilupparono nelle Rosa-Croce, Swedenborgians, Unitarians, la Fabian Society, e il Consiglio Mondiale delle Chiese.

I savoiardi inglesi divennero attivi nella London Staplers aumentandone il commercio oceanico, usando i corridoi veneto-fiandre, i quali portarono il governo latino in Europa dal sud-est asiatico. Formarono un partito di estrema sinistra, guidato da John Ball dove chiese la nazionalizzazione di tutte le terre. Wycliffe-Lollards-Savoiardi-Staplers, formarono il Partito del Re contro la nobiltà terriera (Repubblica) ed il parlamento.

Allora come oggi, la sinistra cercò di rendere tutte le proprietà ad un sovrano assoluto e ad un governo totalitario centralizzato. Quest’alleanza di sinistra culminò con l’Università di Londra che ricevette 2 milioni di dollari di sovvenzione nel 1924 dalla Beardsley Rural, a capo della Laura Spelman Rockefeller Fund, assieme a molte altre sovvenzioni da American foundations houses Gresham College e la London School of Economics, dove Harold Laski insegnò a John F. Kennedy e David Rockefeller i principi del Nuovo Ordine Mondiale.

L’Università di Londra, inizialmente fu finanziata da Jeremy Bentham della East India Co. e da John Stuart Mill, il cui amico – banchiere investitore George Grote – diede all’Università di Londra £6000 per studiare la “salute mentale“, l’origine dell’attuale movimento mondiale “Mental health“. Grote contribuì anche con £500 per finanziare la July Revolution in Francia nel 1830, che mise sul trono Louis Philippe.

Fu Bentham che coniò per primo lo slogan poi ripreso da Karl Marxil maggior bene per il maggior numero“, dove fu così utile per infiammare le masse: gli imbrogli e le stupidaggini marxiste dove si porta a pensare che sia meglio servire i propri interessi per servire gli altri. Il partner commerciale di Bentham era il produttore Robert Owen: l’ateo che insegnò l’amore libero.

Siccome la maggior parte di questi fanno il bene, i cotonifici di Owen in Asia, associati a quelli della East India Co., in India, causarono fallimenti e grande miseria. Nel 1824, Owen acquistò la comune anabattista americana Father Rapp, Harmonie sul Wabash, rinominandola New Harmony. Associata alla New Harmony di Owen, fu Frances (Fanny) Wright che avviò la pratica dell’amore libero in America. Iniziò anche l’Equal Rights Movement un movimento per i diritti delle donne che aveva lo scopo di spezzare le famiglie per incitare la guerra tra marito e moglie.

Viaggiò attraverso il Sud, predicando la fusione delle razze e fondò una comune: Tennessee for Negro freedmen. Nel 1829, contrbuì a fondare il Workingmen’s Party (Partito Lavoratori) a New York City, dove – in seguito – divenne il partito comunista. Suo nipote, il Rev. Wm. Norman Guthrie che sposò Anne Norton Stuart, divenne noto come il Vicario Rosso nella sua chiesa, St. Marks in Bowerie dove accolse ai suoi servizi i Luciferiani.

Le Discendenze principali

Una discendenza principale della East India Co. fu la Società Fabiana (Fabian Society), fondata da Sidney e Beatrice Potter Webb, (il cui padre, Richard Potter, era amico intimo di John Stuart Mill). La sorella di BeatriceGeorgina, sposò Daniel Meinertzhagen, presidente della Lazard Bros. di Londra. L’altra sorella, Thersa, sposò Sir Alfred Cripps. Il padre di John Stuart Mill, James, che fu con la East India Co., chiamò a capo della East India Co. suo figlio, dopo John Stuart. John Stuart Mill fu segretario della East India Co. a partire dal 1856 fino al sua scioglimento. Uno dei discepoli più famosi di Mill, David Ricardo, originò la Teoria della Rendita, poi esposta dai marxisti e la “nuda sussistenza“, legge dei salari. La sua discendente, Rita Ricardo, sposatasi con Wesley Campbell, capo della Hoover Institution, consigliava il presidente Reagan sulla sicurezza sociale.

Robert Owen, promotore della comune New Harmony, fu il principale sostenitore della campagna presidenziale di John Quincy Adams. Adams aveva negato il sostegno a Madison durante la guerra del 1812 e minacciò la secessione dall’Unione. In qualità di Segretario di Stato, Adams aveva redatto la Dottrina Monroe, dove diede alla British East India Co. il pieno controllo di tutti i mercati latino americani, tenendo fuori tutti i suoi concorrenti!

T.D. Allman, in “The Doctrine That Never Was“, Harper, gennaio 1984, rivelò che Monroe – in realtà – si impegnò a non interferire con nessuna potenza europea, a meno che non avesse istituito delle “nuove” colonie. L’accordo – che non fu subito chiamato “Dottrina Monroe” se non molti anni dopo – garantì alla East India Company tutti i mercati nell’emisfero. Quando la Gran Bretagna violò l’accordo del 1833 sequestrando le Malvine (Isole Falklands), gli Stati Uniti non fecero nulla.

Gli interessi bancari del New England e le spedizioni controllate dal gruppo Adams, crearono la Seconda Banca degli Stati Uniti per ripetuti stock di campagne di speculazione, segnati dai tipici attacchi di iperinflazione ed improvvisa deflazione, i quali diedero loro il controllo di milioni di ettari di terreni agricoli in tutta la valle del Mississippi: dai Grandi Laghi al Golfo di Messico. Questo diede loro anche un’enorme influenza politica in questa regione, permettendogli di seminare nel sud della valle del Mississippi il fanatismo dei secessionisti e degli abolizionisti, i cui atti rivoluzionari resero inevitabile la guerra civile.

Owen coniò anche il termine socialismo: era un partner commerciale di un produttore di cotone di nome Engels, il cui figlio divenne poi suo discepolo politico e – ancora più tardi – divenne il partner di Karl Marx nella fondazione del movimento comunista nel mondo.

Le Prove delle Cospirazioni

La prova dei cospiratori fu evidente in tutta la storia, proprio attraverso la storia dell’Europa fino al Medioevo.

Nel 1547, la Repubblica di Venezia imparò da un complotto anti-cristiano, strangolata dai suoi leader, Giuliano Trevisano e Francesco de Rugo. I cospiratori sopravvissuti: Ochino, Lelio Socini, Peruta, Gentilis, Jacques Chiari, Francesco Lenoir, Dario Socini, Alicas e Leonardo abate, diffusero le loro velenose dottrine di odio in tutta Europa. Il loro messaggio di anarchia, ateismo, immoralità, livellamento e di rivoluzione, insanguinarono ogni sconvolgimento successivo nel Continente.

In Germania, Adam Weishaupt, professore di Diritto Canonico presso l’Università di Monaco di Baviera e poi a Coburg-Gotha, divenne il capo nominale degli Illuminati, la branca corrispondente in Italia fu l’Alta Vendita (carboneria), il cui primo leader fu un nobile italiano: B. Nubius. Il suo agente principale fu Piccolo Tigre, un banchiere e gioielliere ebreo che viaggiò per l’Alta Vendita in tutta Europa.

Nel 1822, le sue istruzioni alle fasi furono confiscate e pubblicate, da cui uno stralcio:

Noi non cessiamo di raccomandarvelo, per affiliare persone di ogni classe ed ogni sorta di associazione – non importa di che tipo – deve esserci una sola condizione: che mistero e riservatezza rimangano le caratteristiche dominanti. Sotto un pretesto più futile – ma mai politico o religioso – creato da voi stessi o – meglio ancora – se creato da altre associazioni che hanno in comune per oggetto la musica, le belle arti. Poi, si infiltrano i veleni in quelle arti scelte, ma si infiltreranno a piccole dosi. Un principe che non si aspetta un Regno, è una fortuna per noi. Ce ne sono molti in questa situazione. Questi principi poveri serviranno ai nostri fini, mentre penseranno al loro solo lavoro. Formano un cartello magnifico e ci sono sempre degli abbastanza sciocchi da trovare che saranno pronti a compromettersi nel servizio di una cospirazione, di cui qualche principe – o altro – sembra esserne il capofila. C’è poca moralità perfino tra i più morali del mondo e si va veloci in modo tale da progredire. Un buon odio – completamente freddo – accuratamente calcolato, ha più valore di tutti questi fuochi artificiali e di tutte queste dichiarazioni fatte. Attualmente, avremo messa a disposizione una stamperia a Malta. Saremo quindi in grado di rimanere impuniti – a colpo sicuro – e, sotto la bandiera britannica, a disperderci da un capo all’altro d’Italia i libri, gli opuscoli, ecc… che l’Alta Vendita giudicherà meglio adeguati da mettere in circolazione“.

Karl Rothschild, figlio di Mayer Amschel, divenne capo della Alta Vendita. Il 1° maggio 1776, Adam Weishaupt rilasciò ulteriori istruzioni agli Illuminati in Baviera, “noi lavoriamo prima di tutto per attirare nella nostra Associazione tutti gli scrittori buoni e dotti. Immaginiamo che sarà più facile da raggiungere se ne deriverà un vantaggio evidente. Cercheremo di raggiungere maestri e segretari degli uffici postali, al fine di facilitare la nostra corrispondenza“.

La famiglia Tasso di Bologna

La famiglia Tasso di Bologna, in seguito “Thurn und Taxis“, acquisì il controllo degli uffici postali e delle attività di intelligence in Europa, ove mantenne quel potere per cinque secoli. Benchè questi gruppi emersero come aventi carattere sociale od organizzazioni artistiche, i loro obiettivi di anarchia si celavano in tutti i loro sforzi. Nel XX secolo, culminarono con la Società delle Nazioni, le Nazioni Unite, il Partito comunista, il Royal Institute of International Affairs, il Council on Foreign Relations (CFR), le fondazioni ed una miriade di gruppi minori.

Il conte Coudenhove-Kalergi del movimento Paneuropeo, con il suo potente supporto fornito da aristocratici e finanzieri internazionali, fu rappresentato negli Stati Uniti dalla sua filiale americana, fondata da Herbert Hoover ed il colonnello House, dove fecero una campagna per la ratifica della Società delle Nazioni.

Coundenhove Kalergi, nella sua autobiografia, menzionò il finanziamento dei Rothschild e Warburg e – negli Stati Uniti – da Paul Warburg e Bernard Baruch. Fu collegato con la famiglia Thurn und Taxis. Suo nonno – il conte Francesco Coudenhove-Kalergi – ambasciatore austriaco a Parigi, aveva sposato Maria Kalergi nel 1850. Lei era una delle più ricche ereditiere in Europa, con discendenze dall’imperatore bizantino Nikophor Phikas, nel 1300, quando Venezia era la potenza dominante nel Mediterraneo. Alessio Kalergis firmò il trattato dove fece un dominio su Creta-Venezia. Un premier recente della Grecia, Emmanuel Tsouderos, era un Kalergi.

Poteri del Nuovo Ordine Mondiale

Melchior Palyi, in “The Twilight of Gold“, rivela il potere dei giochi dell’Ordine Mondiale nella finanza internazionale, citato dal Diario del Governatore Emile Moreau della Banca di Francia. Palyi scrisse:

“Nel mese di ottobre del 1926, Emile Moreau, Governatore della Banca di Francia mandò a Londra il suo più vicino collaboratore per esaminare le intenzioni di Montagu Norman, Governatore della Banca d’Inghilterra.
Pierre Quesnay, l’allora direttore generale della Banca di Francia (1926-1930) e della Banca dei Regolamenti Internazionali (1930-1937), riportò una relazione che fu registrata da Moreau:

‘Quesnay mi dà visioni interessanti circa le ambizioni di Montagu Norman assieme al gruppo di finanzieri che lo circondano: Sir Otto Niemeyer, Sir Arthur Salter, Sir Henry Strakosch, Sir Robert Kindersley che stanno cercando di rendere Londra il più grande centro finanziario internazionale.
Ma quelli vicini a Norman non sono l’obiettivo… vuole più di ogni altra cosa, assistere alla creazione di collegamenti tra le varie banche di emissione… L’organizzione della situazione economica e finanziaria del mondo, sembra essere il compito principale del XX secolo da parte del Governatore della Banca d’Inghilterra. In questa visione politica e nelle istituzioni politiche, non c’è nessuno idoneo a dirigere con la competenza e continuità necessarie per questo compito organizzativo, il quale lo vorrebbe veder intraprendere da parte delle banche centrali indipendenti ed – allo stesso tempo – dai governi e dalla finanza privata’.

Da qui, la sua campagna a favore della completa autonomia delle banche centrali, il dominio dei propri mercati finanziari facendone derivare il loro stesso potere di comune accordo. Dovrebbero prendere in mano i problemi nell’ambito politico, essenziali per lo sviluppo e la prosperità della garanzia finanziaria nazionale, per la distribuzione del credito, per la movimentazione dei prezzi. Dovrebbero – quindi – evitare lotte politiche interne dal danneggiare la ricchezza e lo sviluppo economico delle nazioni”.

In breve, Norman volle veder imposto il Nuovo Ordine Mondiale negli affari finanziari delle nazioni. Questo fu l’accordo tra le banche centrali, piuttosto che l’organizzazione di facciata – la Società delle Nazioni – che divenne il loro strumento finale di potere.

Fondamentale per questi accordi fu la scuola monetarista, la Scuola Austriaca di Economia, una conseguenza del movimento Paneuropeo. Lo osserva Margit Herzfeld, in una nota nella biografia di Ludwig von Mises, dove partecipò alla corte del movimento Paneuropeo del conte Coudenhove-Kalergi, nel 1943. Fu portato negli Stati Uniti nel 1940, per concessione della Fondazione Rockefeller di $2500 annui, per lavorare al Natl. Bureau of Economic Research, la cui sovvenzione venne rinnovata nel 1943.

I pupilli di von Mises – Arthur Burns e Milton Friedman – ora esponevano la teoria monetarista attraverso una rete think tank “conservatrice” supersegreta, guidata dalla Mont Pelerin Society. Herzfeld che l’apologeta sovietico Murray Rothbard fu il pupillo più famoso di von Mises.

Uno dei più influenti cospiratori fu il tedesco Walter Rathenau . Salutò la prima guerra mondiale estaticamente come l’opportunità dell’oro si stabilì nel socialismo mondiale. Il 31 luglio 1916, scrisse: “Per anni avevo previsto il crepuscolo delle nazioni che avevo annunciato nei miei discorsi e scritti” (A People’s State, di Rathenau). La nozione stabilì che lo stato non era più da considerarsi come l’importuna povera relazione, liberandosene con una decima, ma che – piuttosto – era un diritto disporre del capitale e del reddito di tutti i suoi membri di spontanea volontà. Il detto di Rathenau fu convertito in legge nel diritto di vasta portata e nei programmi della Grande Società di Lyndon B. Johnson, quando convinse il Congresso ad imporlo a tutti i capitali e redditi del popolo americano, mettendoli a disposizione per raggiungere gli obiettivi politici del Nuovo Ordine ed – infine – costringendo la nazione a rasentare l’orlo della bancarotta.

Rathenau scrisse ne “In Days to Come“, nel 1921: “Nessuna parte del mondo attualmente è chiusa per noi. Nessuna attività materiale va oltre ai nostri poteri. Tutti i tesori della terra sono a nostra portata. Nessun pensiero rimane nascosto. Ogni impresa può essere realizzata. La distribuzione per fertilizzare i beni del mondo, è compito nostro. Dobbiamo scoprire l’effetto della forza su e giù nel movimento delle masse. ”

Nel 1921, ne “La Nuova Società“, Rathenau scrisse: “E’ necessaria ed urgente una politica di socializzazione di vasta portata… L’obiettivo della rivoluzione mondiale, fino al momento in cui non ne entreremo nel suo aspetto materiale con la fusione di tutte le società in una“.

Questo fu l’effetto di “livellamento“, il quale fu uno degli obiettivi principali dei cospiratori, degli Illuminati e del’Alta Vendita, conseguente nell’anarchia e nella rottura verso il basso dei confini nazionali e di classe. Prima che potesse realizzare il sogno di Socialismo Mondiale, Rathenau fu assassinato.

Ortega sull'Egemonia del Parassitismo

Ortega osservò il fenomeno di livellamento ne “La Ribellione delle Masse (PDF)” – “Un uragano di farse – ovunque ed in ogni forma – attualmente infuria sulle terre d’Europa. Quasi tutte le posizioni assunte e proclamate sono false. Viviamo in modo comico: tanto apparentemente comico, quanto più tragica è la maschera che si adotta. Il comico esiste ovunque la vita non abbia alcun fondamento di inevitabilità, nella quale vien presa una posizione senza riserve. Mai come adesso abbiamo queste nostre vite senza arte nè parte – sradicate dal loro stesso destino – che si lasciano galleggiare sulla corrente più leggera“.

Ortega commentava il fenomeno più evidente del XX secolo: l’egemonia del parassitismo che fu raggiunto attraverso l’Ordine Mondiale. Fu al Congresso di Vienna, nel 1815 che i topi si scatenarono fuori dai loro nidi. Non è un caso che la Scuola di Economia di Vienna sia diventata il veicolo principale attraverso il quale l’Ordine Mondiale mantiene il suo potere politico e finanziario.

Dopo il clamoroso Napoleone – l’oligarchia emergente, la quale non apparteneva a nessuna nazione nè ad alcuna filosofia di vita, raggiunse il potere perché sapeva come sconfiggere i suoi nemici, i repubblicani e gli individualisti d’Europa; mentre i suoi nemici non avevano idea di come combatterla o – anche solo – nel come individuarla, essendo abilmente camuffata perché queste persone erano il ritorno biologico nel continuo sviluppo dell’umanità. Erano persone non in grado di diventare membri produttivi di una qualunque società e che potevano esistere solo mantenendo un attaccamento parassitico.

Incredibilmente, presero questa notevole differenza come segno di scelta nel governare tutta l’umanità! Inizialmente, non più di un’innocua illusione, questo auto-inganno fu trasformato in una prova di “Superiorità“. La loro unicità biologica, la loro detenzione alla modalità parassitica della vita, divenne il principale vantaggio per il raggiungimento dei loro obiettivi. Configurarono delle tecniche di riconoscimento immediato in qualsiasi parte del mondo. Decisero di agire sempre coesi, come pure ben addestrati e come falange determinata contro l’opposizione inconsapevole.

Fecero (e fanno) pieno uso delle loro qualità di non-fedeltà e di non-allineamento che – in realtà – erano inimicizia, odio inestinguibile nei confronti di tutte le nazioni, razze e religioni dei popoli ospitanti di cui ne han tollerato la presenza. Questa libertà da ogni forma di fedeltà e di codice morale che ha sempre governato tutti gli altri gruppi, diede loro un enorme vantaggio tattico su quelli che stavano già progettando di asservire e distruggere.

La Nuova Morale del Cittadino

I cospiratori sapevano che il loro modo di vita parassitico non sarebbe stato sopportato a lungo dalle masse. Dovettero istituire un programma per sottomettere e superare tutti i governi, tutte le fedi religiose, tutte le lealtà di gruppo e sostituirli con il loro Ordine Mondiale che permette qualsiasi tipo di perversione: fino a quando le masse tollereranno la presenza del parassita.

La vecchia moralità fu fondata sulla base dei compiti e delle responsabilità dei cittadini nel crescere una famiglia, andare in chiesa e sostenere la propria nazione. La “nuova morale“, la “liberazione teologicaspazzò via tutti i doveri del cittadino. Ora – il cittadino – aveva un dazio unico: obbedire all’Ordine Mondiale. In cambio, venne sollevato dai dazi e fu libero di soddisfare i suoi “bisogni“, i desideri sessuali, le perverse gratificazioni con bambini ed animali, l’abbandono della vita monogama. La nuova morale ridusse il cittadino ad un semplice animale. Era quello che il Nuovo Ordine Mondiale richiese al fine di perpetuare il suo modo di vita parassitico.

La società fu sostituita da una semplice facciata di società. Un solo crimine poteva essere severamente punito: una qualsiasi resistenza al Nuovo Ordine Mondiale. Omicidio, stupro, incendio doloso, rapina a mano armata, incesto, pedofilia, alcolismo, droga, omosessualità: tutto sarebbe stato scusato come aberrazioni minori, a condizione che al Nuovo Ordine Mondiale venga permesso il suo funzionamento senza ostacoli. Un ex-crimine, un tradimento: ora scomparsi perché le lealtà nazionali non esistono più. No. Nessuno doveva essere “fedele” al Nuovo Ordine Mondiale, tranne i suoi membri. Ai popoli ospitanti, agli schiavi, non sarebbe stata chiesta “fedeltà”, ma solo obbedienza.

Nonostante questa nuova “tolleranza” che fu – di per sé – una rivoluzione contro gli innati codici morali di tutti i popoli, molti cittadini continuarono a resistere dalla riduzione in schiavitù da parte dell’Ordine Mondiale.

Carestie, rivolte, rivoluzioni e guerre furono istigate per sbarazzarsi dei facinorosi, ma si richiese un sistema di ritenuta più universale. Ciò si trovò nella droga. In Asia, per secoli, gli assassini vennero mandati a svolgere le proprie funzioni, solo dopo avergli fatto assumere dei quantitativi di droga (assassino deriva dalla parola di hashish). Il Nuovo Ordine Mondiale si rese subito conto che i farmaci avrebbero fornito i mezzi di controllo sulla psicologia comportamentale e sul controllo delle persone stesse: era proprio che stavano cercando.

I clippers dell’oppio iniziarono a navigare dall’Inghilterra all’Estremo Oriente. Premendo con i farmaci tra le masse asiatiche, li intorpidivano e li controllavano. Raccogliendo non solo un flusso consistente di cassa, ma anche le materie prime necessarie per la loro Rivoluzione Industriale.

Nel XX secolo, le fondazioni iniziarono a stupire le popolazioni europee ed americane con i farmaci: il passo finale per l’intronizzazione del Nuovo Ordine Mondiale. Avevano sradicato l’ultima seria resistenza al loro programma.

Parassitismo Universale

Negli ultimi mille anni, tutte le società cospiratorie andavano in cerca di un unico obiettivo: l’egemonia del parassitismo. Bharati Darma sostiene che il mondo è un ordine o Cosmos – che non è il caos – non è gettato insieme a caso. La filosofia esistenziale del Parassitismo, sostiene che l’uomo debba esser gettato nel mondo senza un piano nè un programma. Questo è il concetto di base del parassitismo, il quale si trova nel mondo per una sola missione: trovare l’ospite o perire.

Ora, molti fisici rivendicano l’universo come essere il risultato di un’esplosione accidentale che gettò qua e là i suoi componenti, senza nè un piano nè un ordine. Un concetto ateo che nega esserci una Logica all’universo. Darma afferma che è il desiderio della forma di vita che produce l’universo: che vi sia un Nuovo Ordine Mondiale nel quale l’universo viene accolto.

Il parassita nega l’esistenza che vi sia un ordine mondiale dell’universo o di una qualsiasi forma esistente di desiderio dell’universo. Pertanto, il parassita sarà libero di imporre il proprio Ordine Mondiale, il quale non avrà alcuna relazione organica con l’universo o con la forma. L’egemonia del parassitismo è dedicata esclusivamente nel mantenere la posizione sull’ospite da cui trarne tutto il suo sostentamento. L’ospite è l’intero universo del parassita: non saprà nulla di più e non vorrà sapere null’altro.

Geoffrey Lapage ne “Parasitic Animals“, scrisse: “Alcune specie di animali parassiti sono tra i nemici più potenti dell’uomo e della sua civiltà“.

Avanza una legge di Natura – che il parassita è sempre più piccolo e più debole rispetto al suo ospite e che il parassita traveste sempre sè stesso ed il suo scopo, per svolgere la sua missione parassita. Lapage dice: “La lotta tra ospite e parassita è continuata secondo le leggi dell’evoluzione ed ancora oggi questa battaglia viene costantemente condotta“. Osserva Lapage che il parassita può causare cambiamenti biologici, citando specie particolari che causano cambiamenti nelle ghiandole riproduttive dell’ospite. A volte, il parassita castra l’ospite per indebolirlo. Come il crostaceo parassita Sacculina, che distrugge gli organi riproduttivi del suo ospite.

Oggi, assistiamo all’identico processo. Processo in cui l’egemonia del parassitismo si propone di modificare il processo riproduttivo dell’ospite convertendo le giovani generazioni a unisex ed omosessualità e di rendere inefficaci le caratteristiche sessuali distintive di maschio e femmina. Questo è un classico esempio di castrazione da parte del parassita.

Declino e Caduta della Civiltà

Il Nuovo Ordine Mondiale naturale, il quale si basa sulle leggi irrevocabili dell’universo, è stato temporaneamente sostituito sulla Terra dall’innaturale Ordine Mondiale del Parassita. Tutti i programmi ed energie del parassita sono dedicate ad un unico obiettivo: mantenere la sua posizione sull’ospite. La psicologia freudiana fu sviluppata dall’ordine parassitico per neutralizzare gli sforzi incessanti dell’ospite per liberarsi o rimuovere lo stesso parassita.

Qualsiasi mossa per rimuovere il parassita, viene denunciata come “reazionaria“. Viene definita e messa fuorilegge come atto di aggressione, ostilità ed alienazione. Infatti, l’ospite starà semplicemente cercando di sopravvivere abbattendo il parassita.

Un’altra legge di natura è che il parassita – non solo succhiando il sostentamento della vita del paese ospitante – ma anche modificandone il ciclo vitale, inevitabilmente lo andrà ad uccidere. Questo processo è chiamato “declino e caduta della civiltà“.

Lapage fa notare che un parassita non è una specie particolare, ma è quello che adotta un certo modo di vivere: la via del parassita. Che sia o non sia un virus, il parassita ha un effetto virale sull’ospite: lentamente, lo andrà ad avvelenare e distruggere. I virus sono parassiti classici. La spirocheta – virus della sifilide – è un classico organismo parassita. Nel linguaggio biologico, una raccolta di spirochete è noto come “Congresso“.

Il Congresso degli Stati Uniti ha registrato espressamente molte funzioni parassitiche attraverso le fondazioni filantropiche. Oggi, questi gruppi dominano le istituzioni educative e governative, dove vengono stabiliti gli obiettivi finanziari e sociali allo scopo di mantenere l’egemonia del parassitismo attraverso il loro Ordine Mondiale.

Le fondazioni americane, non sono nemmeno gestite dagli americani: le loro politiche vengono formulate a Londra dai finanzieri e trasmesse al paese attraverso il British Army Bureau of Psychological Warfare, facciata del Tavistock Institute. Questa è una tipica operazione dissimulata parassitica. Censura ed osservanza dei tabù biologici sono alla base della regola tribale del parassitismo. Il tabù più severo – quello che non è mai stato violato – è il tabù contro qualsiasi menzione di parassitismo come forza o potere nella società.

A nessun giornale, rivista, radio o programma televisivo, scuola o corso universitario, è mai stato permesso di parlare dell’impatto sociale del parassitismo!

E’ il tabù più grande ed universale nel mondo d’oggi. Michael Voslensky di “NOMENKLATURA“, l’elite sovietica – identifica la “nuova classe” comunista come un gruppo parassitario. Andando a rivedere questo lavoro su FORTUNE, il 15 ottobre 1984, Daniel Seligman osservò: “Il ritratto di Voslensky ci fa pensare che NOMENKLATURA, sia un’operazione interamente parassitica. I suoi interessi, non sono evidentemente quelli della maggior parte dei cittadini sovietici“. La stessa osservazione la si può fare sulle regole del gruppo dirigente dell’Ordine Mondiale di ogni nazione e – in particolare – degli Stati Uniti.

Nonostante l’attuale egemonia, il parassitismo dell’Ordine Mondiale si rende conto di esser sempre soggetto allo sloggio, dove – in effetti – significherebbe la sua distruzione. Pertanto, sarà necessario non solo controllare i canali di comunicazione dell’ospite, ma anche i suoi processi di pensiero. Questo, mantenendo una costante vigilanza in modo tale che non possa sviluppare alcun concetto di pericolo della situazione nè possa distruggere in alcun modo il parassita.

Pertanto, il parassita andrà ad istruire con cura l’ospite: inculcando che la sua sopravvivenza continua proprio grazie alla presenza del parassita “benigno” e che gli deve tutto: la religione, l’ordine sociale, il sistema monetario ed il sistema educativo. Il parassita inculca deliberatamente nell’ospite il timore che – se questi andrà sloggiato – l’ospite perderà tutti questi privilegi e non gli rimarrà più nulla.

Sistema Giuridico e Controllo

Benchè l’Ordine Mondiale abbia il controllo sul sistema giuridico e sui tribunali, rimarrà vulnerabile a qualsiasi applicazione del corpo di legge preesistente che l’ospite aveva formulato per proteggere la sua società. Questo corpo di legge vieta proprio tutto ciò che sta facendo il parassita e lo costringe a mantenere un’esistenza precaria al di fuori della legge. Se si dovesse far valere la legge in un QUALSIASI MOMENTO, il parassita sarebbe già sloggiato. Il corpo di legge esistente proibisce CHIARAMENTE il funzionamento delle organizzazioni criminali: quelle che sono – per l’appunto – l’egemonia del parassitismo e dell’Ordine Mondiale.

Il sindacalismo criminale nega ai cittadini l’eguale tutela da parte della legge. Solo agendo/reagendo contro questo, lo Stato potrà proteggere i suoi cittadini.

Cerco sempre di evitare ad accostare/paragonare uno Stato all’altro, ma qui riporto volentieri l’esempio di ordinamento americano:

Corpus Juris Secundum 16 (CJS): Diritto Costituzionale 213 (10), dichiara: “La Garanzia costituzionale della libertà di parola non dà il diritto a sostenere – o cospirare per effetto – la distruzione violenta o rovesciamento del governo o la distruzione criminale della proprietà. 214: La Garanzia costituzionale del diritto di riunione non è mai stato inteso come una licenza per l’illegalità o invito per frode – il diritto alla libertà di riunione può essere oggetto di abusi dall’uso delle assemblee per incitare alla violenza e la criminalità ed il popolo – attraverso i loro legislatori – potrà proteggersi contro il loro abuso.

L’assemblea di una qualsiasi organizzazione dell’Ordine Mondiale – come il Council on Foreign Relations (CFR) o una qualsiasi altra fondazione – è soggetta alle leggi contro le frodi (i loro statuti sostengono di esser impegnati nella filantropia) ed applicando le leggi contro il sindacalismo criminale, le farebbe cessar di esistere. Istituzioni attraverso le quali l’Ordine Mondiale governa illegalmente il popolo degli Stati Uniti e dell’Europa, realizzando cospirazioni illegali ed introducendo leggi estranee al nostro sistema, attraverso le istruzioni dalle fondazioni al Congresso.

Abbiamo già visto come la Fondazione Rockefeller e le altre organizzazioni chiave del Nuovo Ordine Mondiale siano dei “sindacati” impegnati nella pratica del sindacalismo criminale. Ma che cosa è un “sindacato“? Il dizionario inglese Oxford rileva che il termine deriva da “sindaco“. Il sindaco viene definito come “un ufficiale di governo, un magistrato, un deputato“.

Nel 1601, R. Johnson scrisse: “Uomini speciali – chiamati sindaci – che hanno la gestione di tutto il Commonwealth (un’organizzazione intergovernativa)”. Così, la Fondazione Rockefeller ed i suoi gruppi associati, svolgono le loro funzioni delegate in modo tale da gestire l’intero Commonwealth. Ma non a beneficio del popolo o per un qualsiasi governo – come si vorrebbe far credere – bensì per il super-governo segreto cui prestano servizio: il Nuovo Ordine Mondiale. Il dizionario inglese  Oxford definisce inoltre un sindaco come “un censore delle azioni di un altro. Per accusare“.

Anche in questo caso, le funzioni di sindacato funzionano secondo la loro definizione: il sindacato censura ogni pensiero e media, in primo luogo per proteggere il proprio potere. Spesso si muovono anche delle accuse – come riferiscono molti cittadini americani ed europei loro malgrado. Non ne fu immune neppure Sir Walter Raleigh. Quando interferì con il commercio internazionale di denaro, fu accusato di “tradimento” e decapitato.

Il dizionario inglese Oxford definisce un “sindacato” come segue:

3. Una combinazione di capitalisti e finanzieri stipulata al fine di perseguire un regime dove si richiedono grandi fonti di capitale. In particolare, quando uno ha lo scopo di ottenere il controllo del mercato su una merce in particolare. Per controllare, gestire od effettuare da un sindacato” – Notare le parole chiave di questa definizione: una combinazione, perseguire, ottenere il controllo.

Il regime non ha bisogno di “grandi capitali“: richiede solo “grandi fonti di capitale“, la Banca d’Inghilterra od il sistema della Federal Reserve o della BCE.

Corpus Juris  Secundum 22A, dice di sindacalismo criminale: “In un’accusa, per essere un membro di un’organizzazione che insegna e favorisce il sindacalismo criminale, testimonianze di crimini commessi nel presente o nel passato dai membri dell’organizzazione proprio in qualità di membri, saranno ammissibili in quanto mostrano il loro carattere“.

Così, la testimonianza di John Foster Dulles al finanziamento del governo nazista della Germania, con il suo telegramma che iniziava la Guerra di Corea, assieme ad altri elementi di prova, potrebbero esser utilizzate per incriminare qualsiasi membro della Fondazione Rockefeller in qualsiasi Stato o nella località in cui non sia in alcun modo stata mai attiva.

Poichè queste organizzazioni sono strettamente collegate – e ci sono prove disponibili circa le loro operazioni illegali – sarà relativamente semplice farle ottenere delle condanne penali per le operazioni sindacaliste criminali.

Corpus Juris Secundum 22, diritto penale 185 (10); Conspiracy and Monopolies: “Dove lo statuto rende mera appartenenza ad una organizzazione costituita per promuovere del sindacalismo un crimine, senza atto manifesto, questo reato è perseguibile in ogni provincia in cui un membro può andare durante la continuazione della sua appartenenza stessa e questo è vero anche se – tale membro – entri involontariamente in una contea“.

Corpus Juris Secundum 22, Criminal Law sec. 182 (3) dichiara: “Una prova di cospirazione a commettere un reato contro gli Stati Uniti, può anche essere cercata in ogni quartiere in cui è eseguito ogni atto manifesto a sostegno della cospirazione“.

Così, una pubblicazione del Council on Foreign Relations (CFR) nel promuovere la spoliazione della sovranità degli Stati Uniti d’America, inviata ad ogni contea degli Stati Uniti: questo sarà sufficiente a portare il CNR – o qualsiasi suo membro – a giudizio in quella contea per una qualsiasi azione, di un qualsiasi membro anche del passato e che questa sia ammissibile come prova, quali l’inizio della I Guerra Mondiale, le sovvenzioni al governo nazista o le sovvenzioni fatte all’URSS.

Il sindacalismo criminale può essere anche perseguito a norma del Corpus Juris Secundum 46, Insurrection and Sedition (insurrezione e sedizione): sec. 461 c.Sabotaggio e sindacalismo al fine di abolire l’attuale sistema politico e sociale, tra cui l’azione diretta o sabotaggio“.

Pertanto, ogni programma di una fondazione che cerca di abolire l’attuale sistema politico e sociale degli Stati Uniti, potrà essere perseguita. Questo – in linea di massima – potrà valere anche per gli Stati europei, relativamente le diverse Costituzioni ed Ordinamenti: il concetto applicabile è questo. D’altra parte, ogni programma di base mira a realizzare proprio ciò che è perseguibile.

Non saranno perseguibili solo gli individui, ma anche qualsiasi società di supporto al sindacalismo criminale, in base al Corpus Juris Secundum 46 462b. Criminal Syndicalism (sindacalismo criminale): “Statuti contro il sindacalismo criminale che si applicano a società, nonché a privati o appartenenti ad organizzazioni di società sindacaliste criminali, sono la prova del carattere delle attività di altre organizzazioni, la quale l’organizzazione abbia come membro o affiliato l’imputato, è ammissibile“.

Come ho scritto sopra, i membri del Nuovo Ordine Mondiale potranno venir arrestati e/o processati in ogni luogo, poichè le loro attività cospiratorie funzionano a livello mondiale per minare e rovesciare governi e nazioni. Proprio grazie alle loro organizzazioni così strettamente legate, si potranno introdurre delle prove circa il perseguimento di uno qualsiasi dei membri di altre organizzazioni, in una qualsiasi parte degli Stati Uniti o del mondo. I loro tentativi di minare l’ordine politico e sociale di tutti i popoli li rendono soggetti a ritorsioni legali.

Il popolo degli Stati Uniti, assieme a quello degli Stati europei, devono iniziare presto a far rispettare le leggi penali che dichiarano illegittime le attività sindacaliste criminali, portando i criminali alla giustizia.

Essendo ben consapevole del pericolo, il Nuovo Ordine Mondiale sta lavorando freneticamente per raggiungere poteri dittatoriali più incisivi sulle nazioni del mondo. Stanno intensificando costantemente tutti i problemi attraverso le fondamenta, in modo tale che le crisi politiche ed economiche possano evitare che i popoli del mondo si organizzino contro. Il Nuovo Ordine Mondiale deve paralizzare i suoi avversari.

Stanno terrorizzando il mondo con la propaganda dell’avvicinarsi di una guerra nucleare internazionale, benchè le bombe atomiche siano state utilizzate una sola volta, nel 1945. Quando il direttore Karl T. Compton della Fondazione Rockefeller, ordinò a Truman di lanciare la bomba nucleare sul Giappone.

A causa dei miliardi di vite che sono state rovinate e distrutte dalle cospirazioni del Nuovo Ordine Mondiale attraverso l’egemonia del parassitismo, la vendetta per queste atrocità esige il castigo più profondo ed implacabile contro questi sindacalisti criminali. Il loro dossier parla in modo inequivocabile.

Il Programma del Futuro

Ne “1984“, come si può notare dal titolo, stiamo osservando l’anno 1984. Il libro di George Orwell, scritto nel 1949 (VEDI ARTICOLO E FILM) è stato pensato come avvertimento su quel che dovrà arrivare. Non era un avvertimento. “1984” è il programma! Orwell – socialista da una vita – combattè per molti giorni in prima linea per i comunisti in Spagna. Fu ferito, ma questo non diminuì il suo impegno agli obiettivi del socialismo mondiale.

Il modo più pratico per raggiungere questi obiettivi, fu quello di formulare il programma, come fece il Colonnello Edward Mandell House ne “Philip Dru, Amministratore“. Orwell, stabilì che gli slogan dovevano essere in Neolingua, “War is Peace, Freedom is Slavery, Ignorance is Strength (La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza)”. Questo è il programma dell’egemonia del parassitismo attraverso il Ordine Mondiale.

Orwell avanzò l’idea di tre superstati: Eurasia, Oceania e Estasia: “Permanentemente in guerra per una combinazione o l’altra“. E continua: “La guerra, però, non è più la lotta disperata annichilente che fu nei primi decenni del XX secolo. Si tratta di una guerra dagli obiettivi limitati, tra combattenti che non sono in grado di distruggere l’un l’altro, non hanno alcuna causa materiale per la lotta e non sono divisi da una vera differenza ideologica…. Non c’è più il senso di qualcosa di materiale per cui combattere….. i rapporti di forza rimangono sempre sostanziali ed i territori che costituiscono il cuore di ogni superstato, rimangono sempre inviolati (NOTA: si rileva che la CIA non commettere atti di sabotaggio in Russia ed il KGB non commette sabotaggi negli Stati Uniti)… L’obiettivo principale della guerra moderna (secondo il principio del bispensiero, l’obiettivo è simultaneamente riconosciuto/non riconosciuto dai cervelli direttivi del partito), è quello di utilizzare i prodotti della macchina senza sollevare lo standard generale di vita…. l’atto essenziale della guerra è la distruzione, non necessariamente di vite umane, ma di prodotti del lavoro umano. I due obiettivi del partito sono quelli di conquistare l’intera superficie della terra e di spegnere – una volta per tutte – la possibilità del pensiero indipendente“.

Orwell conclude “1984” con una negazione sul fatto che le vittime dell’Ordine Mondiale possano avere speranza. Sostiene che il Nuovo Ordine Mondiale trionfa sempre, che sia il risultato di una grande propaganda per l’egemonia del parassitismo. Scrive: “Se vuoi un’immagine del futuro, immagina uno stivale che schiaccia una faccia umana – Sempre“. Dispone del suo”eroe“, un cittadino che tentò invano di opporsi al partito, terminando il libro con un “eroe” piagnucoloso che finì per “Amare il Grande Fratello“.

I popoli del mondo, non solo potranno amare il Grande Fratello, ma presto ne disporranno per sempre. Per mantenere l’attuale egemonia del parassitismo, il programma futuro del Nuovo Ordine Mondiale, come stabilito dalle fondazioni, è il seguente: Guerre Minori 1985-1990. Guerra mondiale 1990-2000. Ovvero, il graduale annientamento delle popolazioni di Stati Uniti, Canada ed Europa occidentale. La riduzione della popolazione mondiale dagli attuali 4.850 milioni di unità, ad 1 miliardo: numero che si raggiunse nel 1800, risolvendo così il disastroso inquinamento di aria ed acqua e l’esaurimento delle risorse naturali.

Dopo il “riaggiustamento” espresso dai Cinque Maestri nel programma di sterminio – nel mondo – la razza predominante sarà quella cinese: 500 milioni di unità. Le tribù africane saranno armate pesantemente, permettendo loro di risolvere le loro antiche rivalità tribali, con la conseguenza della quasi totale estinzione con armi convenzionali. I pochi sopravvissuti potranno tornare alle loro condizioni primitive, le quali ne ridurranno ulteriormente il numero.

Quindi, i Cinque Maestri saranno in grado di tornare nel “continente aperto“. Quello che fu apprezzato da re Leopoldo e dai Rothschild nel 1880, permettendogli di rinnovare l’antico mestiere redditizio: rame, avorio e schiavi.

La guerra condotta dai membri del Nuovo Ordine Mondiale contro i popoli e le istituzioni di ogni nazione, ha ormai raggiunto il punto critico di massa. La loro determinazione ad indebolire e distruggere a poco a poco tutte le istituzioni di tutte le società, dei governi e delle religioni, allo scopo di sfogare il loro volere ai popoli indifesi del mondo, sta incontrando ed avendo maggior opposizione.

Allo stesso tempo – causa gli obiettivi comuni e vicini agli agenti principali – la fondazione, i membri dell’Ordine Mondiale, incorrono nel crescente pericolo di venir riconosciuti e, quindi, di essere maggiormente esposti. Il parassita dovrà mantenere il travestimento, se vorrà portar a termine la missione.

In questo momento cruciale, la Luce della Verità esporrà le macchinazioni del Nuovo Ordine Mondiale e li condannerà al loro inevitabile castigo.

Liberati da questa piaga, il mondo entrerà nell’Era d’Oro della Pace, della Giustizia e dell’Onore.

Ecco come morimmo (Paolo Barnard) 

Note su Autore

admin

-

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.

Videos



Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: