Pubblicato: sabato, 24 Novembre 2012

Agenda 21: Controllo della Popolazione

Condividi
A poco a poco, con l’allevamento selettivo, le differenze congenite tra governanti e governati aumenteranno fino a diventare quasi una specie diversa. Una rivolta della plebe sarebbe impensabile, tanto quanto una insurrezione organizzata di pecore contro la pratica di mangiare carne di montone. – Bertrand Russell, L’impatto della scienza sulla società

Con i vincoli delle convenzioni morali e della democrazia, la nuova utopia ci offre il Santo Graal di tutti i dittatori: il controllo sulla vita stessa.

Eppure, tale controllo esiste da decenni, nonostante le nozionali e fittizie libere società democratiche. La scienza offre un grande vantaggio che pochissime persone possono capire. Chi paga per farsi condurre e presentare ai media popolari, potrà imporre il volere ed il consenso su ogni problema. Semplicemente, affermando che il proprio comitato di esperti sia il più autorevole e distinto. Quelli meno ben finanziati e rappresentati dissidenti, vengono classificati come pericolosi “ciarlatani” e scienziati “spazzatura“.

Ed è così che il cartello petrolchimico-farmaceutico ha ucciso, ferito, sterilizzato milioni di persone nel corso degli ultimi cento anni. Le stesse forze che ha sostenuto Hitler hanno continuato ad operare di nascosto fin da allora. Il controllo della popolazione è multi-sfaccettato.

Comprende: riduzione del numero di persone; eugenetica, riduzione del livello di intelligenza, controllo mentale, povertà crescente e la creazione di dipendenza finanziaria per l’industria farmaceutica. Varie sfaccettature dell’agenda sul controllo della popolazione possono esser servite contemporaneamente dallo stesso dispositivo.

Di fronte a questo olocausto del XXI° secolo, si richiede semplicemente un’ammissione o riconoscimento della posizione morale degli sponsor più elevati. Alcuni potrebbero essere spudoratamente malvagi, ma – la maggior parte – sono malthusiani che credono non possa esserci alcuna inviolabilità sulla vita umana.

Per ‘salvare il pianeta’, dobbiamo uccidere la maggior parte delle persone, così ha dichiarato Jacques Cousteau sul Corriere UNESCO del novembre 1991: le persone causano il danno al pianeta in funzione dei dati demografici: questo è pari al grado di sviluppo. Uno americano o europeo è responsabile molto di più rispetto a 20 persone del Bangladesh… E’ una cosa terribile da dire. Allo scopo di stabilizzare la popolazione mondiale, si devono eliminare 350.000 persone al giorno. E’ una cosa orribile da dire, ma lo è altrettanto se non la si dice.

Bertrand Russell, uno dei più eminenti filosofi del XX secolo, disse la stessa cosa nel suo libro “L’impatto della scienza sulla società“. Attualmente, la popolazione mondiale è in aumento… La guerra – fino ad ora – non ha avuto grande effetto su questo aumento… Non pretendo che il controllo delle nascite sia l’unico modo a cui possa venir impedito alla popolazione di aumentare. Ce ne sono altri … Se si potesse diffondere una peste in tutto il mondo – una volta per ogni generazione – i sopravvissuti potrebbero procreare liberamente senza così rendere il mondo troppo popolato…

Inoltre, Russell sosteneva l’idea sull’ingegneria degli esseri umani per soddisfare i requisiti sociali: le società scientifiche sono ancora ai loro inizi… C’è da aspettarsi che i progressi della fisiologia e della psicologia diano ai governi maggior controllo sulla mentalità individuale, più di quel che in questo momento possiedono i paesi totalitari.

Fitche stabilisce che l’educazione dovrebbe mirare a distruggere il libero arbitrio, in modo tale che – gli studenti, dopo aver lasciato la scuola – debbano essere in grado, per tutto il resto della loro vita, di pensare o di agire diversamente da come i loro maestri avrebbero voluto…

Dieta, iniezioni e ingiunzioni si combineranno – a partire da un’età molto precoce – in modo tale da produrre un tipo di carattere e di credo che le autorità considereranno più auspicabili, assieme alle serie critiche sui poteri che – in funzione di tutto questo – diventeranno psicologicamente impossibili.

I nazisti erano più scientifici rispetto ai governanti della Russia.. Se fossero sopravvissuti, molto probabilmente avrebbero continuato l’allevamento scientifico. Ogni nazione che adotta questa pratica all’interno di una generazione, assicurerà grandi vantaggi militari. Il sistema, si potrebbe supporre, sarà qualcosa di simile a tutto questo: eccetto che nel governo aristocratico, quasi il 5% dei maschi ed il 30% delle femmine sarà sterilizzato.

Il 30% delle femmine trascorrerà un ciclo riproduttivo dall’età dai 18 ai 40, allo scopo di garantire un’adeguata “carne da cannone“. Come regola, all’inseminazione artificiale sarà preferito il metodo naturale…

A poco a poco – con l’allevamento selettivo – le differenze congenite tra governanti e governati, aumenteranno fino a diventare quasi delle specie diverse.

Una rivolta della plebe sarebbe impensabile, tanto quanto una insurrezione organizzata di pecore contro la pratica di mangiare carne di montone“.

L’istupidimento progressivo della società, descritto in “Brave New World (romanzo di Aldous Huxley [uno degli iniziati dei “Figli del Sole“, un culto dionisiaco composto dai figli dell’elite detta Tavola Rotonda della Gran Bretagna], dopo “1984” di G.Orwell) sarà  auspicabile per quelli della classe dirigente che credono nel ‘comando e controllo’.

Tuttavia, con internet che funge da contrappeso alla disinformazione ufficiale, ci potremmo permettere di avere e prendere una certa protezione contro una catastrofe sanitaria che – altrimenti – dovremmo subire per mano loro.

L’informazione – è il caso di dirlo – ti salva la vita.

Note su Autore

admin

-

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.

Videos



Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: