Pubblicato: mercoledì, 3 ottobre 2012

Banchieri Centrali gonfiano le Fiat, mentre si Finalizza il Piano per una Valuta Mondiale

Condividi

Secondo gli analisti di Deutsche Bank – Daniel Brebner e Xiao Fu – in realtà,  l’oro “non è per niente un bene“.

Berbner e Fu spiegano: “Mentre viene incluso nel paniere delle materie prime, è infatti un mezzo di scambio riconosciuto ufficialmente (se non pubblicamente, usato come tale). L’oro, lo vediamo riconosciuto come forma ufficiale di danaro per il seguente motivo: viene detenuto dalla maggior parte delle più grandi banche centrali del mondo come componente delle riserve “. L’oro è considerato “una buona moneta” mentre la moneta a corso forzoso (Fiat) è rappresentata come “cattiva moneta” perché i cartelli delle banche centrali confondono il valore della carta sui metalli preziosi per tenere la popolazione all’oscuro e per rivendicare un monopolio sul valore stesso e sulla circolazione, tanto quanto i metalli preziosi accumuleranno a fini di consumo.

Berbner e Fu elaborano ulteriormente: “Fisicamente, le valute Fiat non hanno altro scopo se non quello prescritto loro dal governo ed accettato dal pubblico. Che le valute fiat costino poco nel senso della loro stampa, è un problema secondario e – crediamo – abbastanza irrilevante rispetto allo scopo primario“.

Questo mese, il Vaticano ha annunciato il proprio sostegno per una nuova banca globale. Hanno approvato lo sforzo delle Nazioni Unite nei confronti della governance globale su tutta la moneta fiat – fintanto che sono consacrati a partecipare ai poteri sovrani di una tale istituzione.

Il Vaticano ritiene che la Bibbia li permei di “autorità super” su un qualsiasi sistema finanziario globale emergente. Questo potrebbe spiegare il modo in cui hanno usato una banca di comodo come la JPMorgan Chase ed altre società private banking come luogo di riciclaggio di denaro sporco. Queste azioni – da parte dei lacchè – per i cartelli delle banche centrali hanno eluso la persecuzione e la condanna su morti misteriose come quella del cardinale Paul Marcinkus nel 2009 in Arizona, dopo essere stato coinvolto nel riciclaggio di denaro di organizzazioni criminali internazionali.

Attualmente, incarnando il sistema globale in una religione che pacifica milioni di persone in tutto il mondo, nel consiglio di amministrazione di una banca mondiale che controlla tutta la moneta fiat, sarebbe vantaggioso per l’Elite globale, così come per i banchieri papali.

La propaganda sostiene una valuta mondiale che pervade il mainstream. Paul Solman – corrispondente per la PBS NewsHourfa una propaganda positiva sulla valuta mondiale, affermando che: “Ah, che sogno: un mondo, un’economia, una moneta e – naturalmente – un sistema politico globale… una moneta comune, una politica economica comune… “.  Allo stesso modo, lInstitute of International Finance (IIF) – un gruppo di tecnocrati che rappresenta 420 cartelli bancari e banche finanziarie – si sono uniti al grido per una moneta mondiale.

Charles Dallara – amministratore delegato della IIF – ha detto: “Un gruppo delle principali economie mondiali ha bisogno di riunirsi e di martellare la comprensione. Le azioni strettamente mirate sulle politiche unilaterali e bilaterali viste negli ultimi mesi – tra cui le molte misure proposte e le attuali misure reali sul commercio, gli interventi sulla moneta e sulle politiche monetarie – hanno contribuito al peggioramento sottolineando gli squilibri macroeconomici. Questi han portato anche a crescenti pressioni protezionistiche dei paesi corsa per i mercati di esportazione come fonte di crescita“.

Nel mese di maggio, la Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e sviluppo (UNCTAD), ha pubblicato un rapporto dove propone che l’attuale sistema di valute mondiali e le regole di capitale che governano l’economia mondiale, devono essere modificate al fine di stabilizzare la nostra crisi economica.

UNCTAD vuole vedere i Paesi BRIC – conosciuti come paesi non allineati, nazioni considerate in eccedenza – tagliare i loro squilibri, assumendo così l’onere finanziario fuori dal Regno Unito e dagli Stati Uniti, come – ad esempio – difendere la moneta di riserva globale. Un sistema monetario globale che andrà a sostituire il dollaro come valuta di riserva globale, raggiungerà questo obiettivo.

L’ONU propone una revisione completa. Nel rapporto: “L’adattamento del sistema monetario internazionale per affrontare le sfide del 21° secolo”. Chiedono di: “un più intenso ed acceso dibattito e le riforme del sistema monetario internazionale implica che il sistema attuale non è in grado di rispondere nel modo più appropriato ed adeguato alle sfide che sono apparse o che si sono aggravate negli ultimi anni. Questo documento si concentra su quattro queste sfide: garantire un’uscita ordinata dagli squilibri mondiali, facilitando le regolazioni complementari tra il surplus e tra i paesi in deficit senza impatti di recessione, meglio sostendo il commercio internazionale mediante la riduzione della volatilità delle valute e miglior sviluppo del clima dei finanziamenti. Dopo averli descritti, si propongono le riforme per consentire al sistema monetario internazionale di rispondere meglio a queste sfide. “

Raccomandano un movimento verso una valuta globale che andrà a sostituire tutte le valute correnti. La rivalutazione sarà accessibile ed il valore del denaro sarebbe ridistribuito con la supervisione della FMI, WTO ed – infine – delle Nazioni Unite.

Nel mese di aprile, in occasione del vertice BRIC a Nuova Delhi, i leader presenti hanno discusso su come abbandonare il dollaro come valuta di riserva globale. Vladimir Putin, presidente della Russia, spiega: “Una delle priorità del BRIC per gli anni a venire, dovrebbe essere il rafforzamento ed il ruolo fondamentale del Consiglio di sicurezza dell’ONU nel mantenimento della pace e della sicurezza internazionale. Garantendo anche che le Nazioni Unite non siano utilizzate come copertura per un cambiamento di regime e per le azioni unilaterali per risolvere le situazioni di conflitto.

BRIC ipotizza che una “moneta paniere” consentirebbe ai paesi non allineati gli scambi tra loro, senza i timori che le banche centrali e la loro moneta fiat comportano. Questo servirebbe come alternativa al dollaro USA e l’Euro. Potenzierebbe le altre nazioni nel sollevarsi economicamente. In una presa di posizione nei confronti del dollaro, i paesi BRIC hanno già iniziato a commerciare tra loro utilizzando valute approvate che vengono supportate dai metalli preziosi. Il FMI e la Banca Mondiale sono allarmate da questa mossa e la stanno disapprovando altamente.

Allo stesso tempo, la Cina accumulava uno stock di oro per un back-up della loro moneta Fiat. Lo scopo è quello di assicurare il futuro del loro paese convertendo la valuta Fiat in valuta convertibile, oltre ad usarla come strumento di leveraggio per aiutare le nazioni come assicurazione per un favore in una date successive.

Sovversiva, l’amministrazione Obama ha reso più facili per la Cina gli investimenti in America. La Cina ha potuto acquistare il 35% su ogni asta di buoni del tesoro statunitensi. Ciò è stato possibile attraverso il proxy. Con l’intento di Ben Bernanke – presidente della Federal Reserve Bank (Fed) – la Cina potrebbe esser stata fatta fallire finanziariamente attraverso l’inflazione causata dalla FED.

Poiché Bernanke valuta il dollaro USA, sa in anticipo quanto dovrà pagare e così potrà impostare la situazione ideale per far sì che paghi ciò che vuole.

L’inflazione è una conseguenza diretta delle azioni da parte della FED. Stampano dollari Fiat in eccesso rispetto ai fondi disponibili, inondando il sistema monetario. Questo spinge a prezzi più elevati perché ci vorranno più dollari per eguagliare il valore di un dollaro statunitense. Attualmente, il dollaro USA è seduto su un valore di $ 03.8 centesimi.

In una riunione del Senate Budget Committee nel mese di aprile, Bernanke ha usato la paura per costringere i legislatori a Capitol Hill. Egli ha affermato: “Sostenendo alti tassi di debito pubblico, si drenerebbero i fondi da investimenti privati e si aumenterebbe il nostro debito agli stranieri, con effetti negativi a lungo termine sulla produzione degli Stati Uniti, sui redditi e sul tenore di vita. Inoltre, diminuendo la fiducia degli investitori, il deficit sarà – in ultima analisi – sotto controllo, portando i tassi di interesse in forte aumento sul debito pubblico e – potenzialmente – ad una più ampia turbolenza finanziaria. Come in un circolo vizioso, i tassi di interesse elevati e crescenti causerebbero una crescita ancor più veloce al servizio del debito sui pagamenti dello stesso debito federale, con ulteriore e conseguente aumento del debito in rapporto al PIL: fare un aggiustamento di bilancio sarà ancor più difficile“.

Proprio la scorsa settimana, Bernanke annuncia QE3: un acquisto indefinito di titoli garantiti da ipoteca a $ 40MLD al mese che devastano il valore del dollaro degli Stati Uniti attraverso la stampa infinita di fiat ed un “programma di ridistribuzione regressiva” (proprio simile al MES/ESM europeo).

I banchieri centrali stanno distruggendo intenzionalmente il dollaro USA: hanno programmato una fiat globale che andrà a sostituire tutte le fiat del mondo.

E questo è il percorso del NWO (Nuovo Ordine Mondiale).

Come sempre, Orwell ringrazia.

Note su Autore

admin

-

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Please insert the signs in the image:

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Videos

Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: