Pubblicato: domenica, 29 aprile 2012

La resistenza passiva del popolo in Italia

Condividi

Primo assunto: il governo di Mario Monti è illegittimo e criminoso,  essendo frutto di un Golpe Finanziarioche ha sospeso la democrazia  parlamentare in Italia. Il prelievo fiscale di un governo golpista è  illegittimo di per sé.

Secondo assunto: il prelievo fiscale del governo Monti è uno STRUMENTO  CRIMINOSO mirato a distruggere il tessuto economico dell’Italia secondo  un piano ordito da elite tecnocratiche Neoclassiche, Neomercantili e  Neoliberiste che su di esso profittano, e che fu imposto ai cittadini  nel corso della creazione dell’Eurozona, anch’essa strumento di  spoliazione illegittima dei popoli europei per il profitto esclusivo di  quelle elite.

 

Terzo assunto: acconsentire e piegarsi a un siffatto strumento criminoso è inaccettabile, significa favoreggiamento.

Quarto assunto: con l’entrata dell’Italia nell’Eurozona e con la  ratifica nazionale del Trattato di Lisbona – entrambe le cose avvenute SENZA ALCUNA CONSULTAZIONE del popolo sovrano – lo Stato italiano ha  perduto la sua moneta sovrana (Lira). Gli è quindi negata la possibilità  di emettere senza limiti teorici una propria moneta per finanziare la  spesa corrente, e ciò lo pone, al pari di tutti i Paesi della zona Euro,  nella scandalosa condizione di doversi approvvigionare di moneta Euro  indebitandosi coi mercati di capitali privati, che ricevono gli Euro  dalla BCE direttamente all’emissione. Ne deriva che oggi con l’Euro lo  Stato italiano TASSA i cittadini e aziende fino all’esasperazione PER  RIPAGARE I DEBITI che contrae coi mercati di capitali privati per far  fronte alle spese correnti, i quali mercati poi usurano lo Stato con  tassi d’interesse impossibili, facendo PROFITTI favolosi. Questo  drenaggio fiscale insostenibile sta distruggendo l’economia e i risparmi  degli italiani, ma si ribadisce che esso NON è un accidente di  percorso. E’ al contrario parte del piano di profitti criminosi di cui  all’assunto 2, e sta causando letteralmente la rovina di almeno  un’intera generazione di connazionali destinati a sofferenze  inaccettabili nel presente e nel futuro.

Quinto assunto: il prelievo fiscale criminoso di cui sopra è stato  criminosamente istituzionalizzato con la modifica dell’articolo 81 della  Costituzione italiana – pareggio di bilancio in Costituzione – ottenuto  nel corso del Golpe Finanziario sotto la MINACCIA ESTERNA dei mercati  dei capitali che sono in grado di paralizzare l’intera Funzione Pubblica  italiana negandogli arbitrariamente la moneta Euro di cui essa ha  assoluto bisogno. Il parlamento italiano non ha avuto alcun potere di  dissenso, pena appunto la distruzione dall’esterno della nostra  economia, ed è di fatto esautorato (Golpe).

Sesto assunto: si ricorda, in quanto cruciale per quanto poi si va a  proporre, che l’istituto del prelievo fiscale in REGIME DI SOVRANITA’  MONETARIA (la Lira) non è MAI servito a finanziare la spesa dello Stato.  Va compreso che il prelievo fiscale è effettuato su denaro che lo Stato  ha emesso PER PRIMO perché solo lo Stato può creare la moneta. Per cui  risulta un contro senso pensare che lo Stato possa spendere solo dopo  aver prelevato da cittadini e aziende il denaro che lui stesso emette in  origine. Ne consegue che il pagamento delle tasse NON è nato come  obbligo di cittadini e aziende per permettere allo Stato di funzionare,  ed è assurdo quindi che lo Stato li tassi a sangue con quel pretesto.  Infatti proprio la natura stessa delle tasse, in regime di sovranità  monetaria, dovrebbe permettere allo Stato di ARRICCHIRE la cittadinanza  perseverando in una spesa statale SUPERIORE alla tassazione, e non di  impoverire la cittadinanza. Ne deriva inoltre che lo Stato italiano  della Lira era teoricamente nella posizione di poter liberamente  alleggerire la pressione fiscale nel caso in cui l’economia del Paese  tendesse a una recessione. Ma a causa del criminoso disegno  dell’Eurozona di cui sopra e all’assunto 4, oggi lo Stato deve proprio  attingere da cittadini e aziende con ampi e crescenti prelievi fiscali  (le Austerità) per far fronte al suo fabbisogno. Ciò inevitabilmente  deprime l’economia in un circolo vizioso micidiale di deflazione dei  redditi, quindi crolli aziendali, quindi disoccupazione, quindi  ammortizzatori sociali alle stelle, quindi esborsi statali improduttivi e  quindi ancor più tasse per farvi fronte, e sofferenze sociali  inaccettabili. Tutto ciò aggravato da fatto di essere stato voluto a  tavolino dalle elite Neoclassiche, Neomercantili e Neoliberiste per il  fine di distruggere la sovranità democratica negli Stati del sud Europa  imponendovi povertà di massa, su cui essi speculano immense fortune. Un  crimine sociale di proporzioni storiche. Dunque, QUESTA tassazione del governo Monti è non solo distruttiva, ma è anche ILLEGITTIMA IN QUANTO  CRIMINOSA, e ci è inflitta da una struttura monetaria e da Trattati  europei che CI SONO STATI IMPOSTI CON L’INGANNO E SENZA ALCUNA  CONSULTAZIONE DEL POPOLO SOVRANO.

Si badi bene:

NON E’ COLPA DELLE FAMIGLIE DI QUESTO PAESE SE I GOVERNI TECNICI  DEGLI ANNI ’90, DA  AMATO A PRODI A D’ALEMA, E I PRESENTI TECNICI AL  GOVERNO, IMPONENDOCI L’EURO CI HANNO MESSO CON L’INGANNO NELLE  CONDIZIONI ASSURDE E SOCIALMENTE MICIDIALI DI DOVER NOI CITTADINI  FINANZIARE LA SPESA DELLO STATO CON LE TASSE SUL NOSTRO RISPARMIO

Date per assodate, cioè frutto di indagini e di lavoro accademico  autorevole, le nozioni di cui sopra, risulta che è dovere di  cittadini e aziende italiani opporsi con ogni mezzo a questo crimine.  Questo Golpe Finanziario, che usa quel prelievo fiscale illegittimo come  arma di distruzione economica, viene condotto dal governo illegittimo  in carica con la collusione persino della più alta carica dello Stato.  Diventa così lecito per i cittadini e aziende organizzarsi in una  resistenza civica che preveda disubbidienze a tutto campo, e che si  fermi solo di fronte alla scelta della violenza. Per tutto quanto sopra, con particolare riferimento alla tassazione  devastante del governo Monti, invito i cittadini consapevoli dei danni  epocali e delle sofferenze per generazioni che questo sistema criminoso  ci impone, a DELEGITTIMARE il prelievo fiscale criminoso di questo  governo rifiutandosi apertamente di pagare il prelievo fiscale quando  esso raggiunge e supera  il livello complessivo del 40% del PIL  italiano.

Ecco la spiegazione:

Il disegno devastante dell’Eurozona, come già detto, ci impone il  pareggio di bilancio, che significa che lo Stato spenderà per noi 50 e  ci toglierà 50. A noi rimane zero in tutti i settori, dei servizi  essenziali ai mancati aumenti di reddito, impoverendoci in massa con le  conseguenze che già sono drammatiche oggi. Noi ci ribelliamo a questa  condizione di cui non abbiamo colpa, e che è a favore solo delle  speculazioni di elite private. Noi rivendichiamo il diritto di pagare MENO TASSE di quanto il governo spenda per noi. E poiché il livello di  spesa del governo oggi è del 49,8% del PIL, noi rivendichiamo il diritto  di pagare in tasse non più del 40% del PIL. Ciò sulla base del fatto  che la spesa/tassazione dello Stato deve esistere e ha un senso SOLO SE  MIRATA AL BENESSERE E AL PROGRESSO DEI SUOI CITTADINI E AZIENDE, non al  loro impoverimento criminoso, QUINDI CI DOVRA’ DI NORMA ESSERE PIU’  SPESA DELLO STATO CHE TASSE. Come fa quindi il cittadino ad eseguire questa intenzione?

Ecco come:

I cittadini e aziende infliggeranno al governo illegittimo e golpista di  Mario Monti una autoriduzione del prelievo fiscale a random, con ogni  mezzo disponibile non violento, come forma di RESISTENZA PASSIVA CIVICA al piano criminoso di cui sopra, fino a portare il Paese  all’impossibilità di ottenere il pareggio di bilancio, il che  costringerà finalmente la nazione all’uscita forzata dalla camicia di  forza dell’Eurozona (default), che è l’unica strada per recuperare la SOVRANITA’ MONETARIA, che sottrarrà l’Italia al piano criminale delle  elite e la salverà dalla catastrofe. La fattibilità e la VIRTUOSITA’ di  tale default è supportata da ampia letteratura accademico/scientifica.

di Paolo Barnard

Note su Autore

admin

-

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Please insert the signs in the image:

Protected with IP Blacklist CloudIP Blacklist Cloud

Videos



Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: