Pubblicato: sabato, 28 Aprile 2012

In Realtà la Germania si sta Preparando per Lasciare l’Euro?

Condividi

Per lungo tempo, molti analisti han creduto che se qualcuno avesse avuto l’intenzione di lasciare l’euro, queste sarebbero state le nazioni deboli come Grecia o Portogallo. Ma la verità è che le nazioni finanziariamente difficili come la Grecia e il Portogallo non vogliono lasciare l’euro. I leader di quelle nazioni sanno che, se lasciassero l’euro, le loro economie crollerebbero totalmente e nessuno interverrebbe allo scopo di aiutarle. E, a questo punto, non c’è davvero un meccanismo formale che consenta agli altri membri della zona euro di calciare le nazioni finanziariamente difficili, come Grecia o Portogallo, fuori dall’euro.

Ma c’è una possibilità che sta diventando sempre più probabile e che potrebbe effettivamente causare la rottura della moneta unica. La Germania potrebbe lasciare l’euro. Sì, potrebbe effettivamente accadere. La Germania in questo momento sta attraversando problemi molto difficili. È proprio guardando verso il futuro che saremo costretti essenzialmente a salvare la maggior parte del resto delle nazioni della zona euro per molti mesi a questa parte: e questi salvataggi saranno estremamente costosi.

Nel frattempo, lo stato d’animo in gran parte del resto d’Europa, sta diventando decisamente anti-tedesca. In Grecia, Angela Merkel e il governo tedesco sono stati ritratti apertamente come nazisti. Nazioni finanziariamente difficili come la Grecia, vogliono il salvataggio della moneta tedesca, ma sono sempre più stanchi dei requisiti che la Germania sta imponendo loro al fine di ottenere quei soldi. Sempre più spesso, le altre nazioni in Europa stanno semplicemente ignorando ciò che la Germania sta chiedendo loro di fare o  la sfidano apertamente. Alla fine, la Germania dovrà decidere se varrà la pena continuare a versare miliardi e miliardi di euro nei paesi che non la apprezzano e che non stanno facendo quello che gli si chiede di fare.

Il cancelliere tedesco Angela Merkel  ha recentemente approvato una risoluzione che avrebbe permesso al paese di lasciare l’euro senza lasciare l’Unione europea.

Molti pensano che la risoluzione mirasse a paesi come Grecia o Portogallo, ma la verità è che questa risoluzione potrebbe esser stata creata sulle basi di un’uscita tedesca dall’euro.

Vi riporto un estratto di tale risoluzione:

“Qualora un membro [della zona euro] non sia in grado o non voglia obbedire in modo permanente alle regole connesse alla moneta comune, sarà in grado – volontariamente – secondo le regole del trattato di Lisbona, di lasciare l’Unione europea e lasciare la zona euro senza peraltro lasciare l’Unione europea. Manterrebbe lo stesso status degli Stati membri che non hanno l’euro”.

Quindi, il paragrafo era stato scritto per la Grecia?

Oppure è stato scritto per la Germania?

Questa è una domanda molto interessante.

Ciò che è chiaro, è che lo status quo non può durare a lungo.

Gli elettori in Germania non sono assolutamente in vena di dar soldi per il salvataggio delle altre nazioni in Europa. Ma se la Germania è destinata a stare nella zona euro, saranno richiesti molti più salvataggi nei prossimi anni.

Nel frattempo, la Germania sta rapidamente perdendo il controllo sul resto della zona euro:

* La Grecia ha attuato alcune delle misure di austerità che sono state corrisposte, ma molte altre non sono state attuate. In poche settimane ci sarà un’elezione nazionale ed i partiti che si oppongono alle misure di austerità, sono in subbuglio assoluto nei sondaggi. E’ probabile che il nuovo governo sarà molto meno amichevole verso la Germania.

* Il governo spagnolo sta già sfidando le regole di bilancio che l’Unione europea sta cercando di imporgli. La Spagna sta mancando definitivamente gli obiettivi di debito mandati dalla UE e il governo spagnolo non ha, nel modo più assoluto, nessuna intenzione di pianificare ulteriori riduzioni alla spesa pubblica.

* Le prossime elezioni in Francia potrebbero essere assolutamente cruciali. Nicolas Sarkozy non sta andando bene nei sondaggi e il nuovo governo francese potrebbe far naufragare del tutto il recente accordo fiscale che i membri della zona euro avevano deciso di recente.

Vi riporto come Graham Summers ha ricapitolato l’attuale situazione in Francia:

Dovremmo anche prendere in considerazione le dichiarazioni di Schäuble contestualmente al recente sostegno alla campagna per la rielezione in Francia di Nicolas Sarkozy di Angela Merkel contro il socialista incallito François Hollande che vuole impegnarsi in una rampante missione socialista nell’abbassare l’età pensionabile in Francia, tagliare gli sgravi fiscali ai ricchi  e rompere i nuovi requisiti fiscali che la Germania ha convinto a far accettare ai 17 membri dell’UE.

Ovviamente, per la Germania è stato molto difficile cercar di mantenere insieme la zona euro. Ma il governo tedesco ritiene che se può effettuare il salvataggio,  puà anche essere in grado di impostare le regole.

Così, cosa succede se il resto d’Europa dice alla Germania di bloccare le loro regole dove “il sole non splende”?

Beh, la Germania sarebbe costretta a prendere una decisione molto difficile e sembra stia facendo dei progetti proprio su questa eventualità.

Ad esempio, la Germania ha recentemente ripristinato i suoi Fondi Speciali di Stabilizzazione Finanziaria di Mercato. Questi soldi sarebbero stati utilizzati per salvare le banche tedesche in caso di crollo dell’euro.

Di seguito vi riporto un recente articolo di Graham Summers:

In breve, la Germania ha dato il SoFFin:

1. € 400 miliardi da utilizzare come garanzia per le banche tedesche.

2. € 80 miliardi da utilizzare per la ricapitalizzazione delle banche tedesche

3. Una legislazione che permetterebbe alle banche tedesche di scaricare i loro titoli di Stato della zona euro, se necessario.

Questo è corretto. Qualsiasi banca tedesca, se lo desidera, avrà la possibilità di scaricare le proprie obbligazioni sovrane europee nel SoFFin durante una crisi.
In termini semplici, la Germania ha messo € 480 miliardi firewall nelle sue banche. Si potrà, letteralmente, tirar fuori l’euro ogni volta che si vuole.

Se il resto d’Europa continua a sfidare la Germania, ad un certo punto la Germania può decidere di scegliere semplicemente di alzarsi e tornare a casa.

La Germania, di gran lunga, è la più forte economia della zona euro e se dovesse tirarsi fuori, l’euro crollerebbe assolutamente. Qualunque sia la valuta che la Germania decida di emettere, questa sarebbe estremamente preziosa. In realtà, un tale evento potrebbe dare vantaggi collaterali enormi per la Germania stessa.

In questo momento, il debito nazionale tedesco è denominato in euro.

Se la Germania lo lasciasse, il suo valore precipiterebbe e, probabilmente, manterrebbe il suo in declino come il resto del crollo finanziario della zona euro. E, in tempi brevi, la Germania sarebbe in grado di ripagare il proprio debito con l’apprezzato “Marco” o qualsiasi altra valuta decida di emettere .

Tutti gli altri debiti in Germania verrebbero denominati in euro e dovrebbero anche esser ripagati con una moneta molto più forte.

State iniziando a realizzare un’immagine?

Sì, la Germania probabilmente salverebbe le banche tedesche se lasciasse l’euro. Lasciare l’euro, potrebbe anche rivelarsi una manna enorme.

Se la Germania sceglie di stare con l’euro, dovrà effettuare costosi salvataggi di altri paesi: più di quanto pensiamo.

In misura sempre più crescente, si sta pensando che la Germania si stia preparando a lasciare l’euro.

Se la Germania lascia l’euro, le conseguenze per il resto d’Europa sarebbero catastrofiche.

L’euro potrebbe rapidamente scendere ai  minimi storici.

Il sistema finanziario globale verrebbe gettato nel caos.

Paesi come la Grecia, perderebbero la loro principale fonte di denaro e di salvataggio: sarebbe costretta al default.

La recessione in Europa molto probabilmente sprofonderebbe in una devastante depressione economica.

Quindi ci sarebbero un sacco di svantaggi.

Ma la Germania se la caverebbe piuttosto bene rispetto alla maggior parte del resto d’Europa e, alla fine, resterebbe tenendo le redini in mano.

Tenete d’occhio le prossime elezioni europee e l’evolversi della situazione politica in Europa.

Se le cose non andranno bene per la Germania – ad un certo punto – questa si stuferebbe e si terrebbe a debita distanza dall’euro.

Nel mondo, sono successe le cose più strane.

ITALIANO ADESSO PARLI ANCORA ?

Ready for Euro Collapse? Germany’s ex-currency alive & kicking

 

Note su Autore

admin

-

Ci sono 1 Commento
Hai scritto

Leave a comment

You must be Logged in to post comment.

Videos



Login

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: